Crea sito

CREMA DI BANANE E MORE

CREMA DI BANANE E MORE

Oggi avevo un po’ di frutta da togliere dal congelatore… così ho pensato di preparare questa “crema” davvero gustosa e perfetta per la merenda, sia a metà mattina che pomeriggio.

Ma anche come gustoso fine pasto! Noterete che questo dessert è a basso contenuto di zuccheri: bastano more e banane a renderlo gustoso!

Ve la propongo

CREMA DI BANANE E MORE : la ricetta per 4

  • DIFFICOLTÀ : molto bassa
  • PREPARAZIONE : 10 minuti
  • COTTURA : 10 minuti
  • COSTO : basso
  • RIPOSO : il tempo di raffreddamento

INGREDIENTI

  • BANANE 1
  • LIMONE 1 la buccia grattugiata
  • LATTE 400 ml
  • AMIDO DI MAIS O DI RISO 1 cucchiaio
  • MIELE 1 CUCCHIAIO
  • MORE 300 g
  • MANDORLE A LAMELLE 1 cucchiaio

PREPARAZIONE

  • Sciogliete l’amido in un paio di cucchiai di acqua tiepida.
  • Mettete in un pentolino il latte con l’amido sciolto, le banane a rondelle e le more. Portate a ebollizione a fuoco medio.
  • Abbassate quindi il fuoco e poi fate sobbollire per cinque minuti.
  • Spegnete e aggiungete la scorza grattugiata del limone e il miele.

  • Frullate con un frullatore a immersione e dividete la crema negli stampini monoporzione.
  • Fate raffreddare e poi servite decorando con le mandorle a lamelle

CREMA DI BANANE E MORE : UN’IDEA IN PIU’

Potete preparare questa crema veloce con qualsiasi frutta! Io ho usato la frutta congelata, ma spesso utilizzo la frutta fresca. Provate con ananas, pesche, melone, mele, pere…

Sbizzarritevi poi con le spezie: un tocco di zenzero o di curcuma, una macinata di pepe, del timo o del rosmarino potrebbero regalarvi un gusto che non vi aspettate!

CREMA DI BANANE E MORE : le more

La mora è il frutto del rovo, un arbusto spontaneo appartenente alla famiglia delle Rosacee, che ha il nome scientifico di Rubus fruticosus.

Annoverata tra i cosiddetti frutti di bosco, la mora ha discrete proprietà nutrizionali con marcata presenza di vitamine C e A. Sono inoltre un’ottima fonte di fibre e sali minerali.

Tra i principi attivi in esse contenuti, ricordiamo le PECTINE, i  TANNINI, l’acido succinico e il cianino, che conferisce loro il caratteristico colore nero-blu.

Leggermente lassative, svolgono un’azione depurativa del sangue, regolano gli effetti della sudorazione e della perdita di sali minerali, combattendo la debolezza fisica.

Il loro sciroppo è ottimale anche nei disturbi infiammatori di tonsille e gengive, e delle affezioni della bocca in generale.

Come tutti i frutti di bosco, contengono antocianine e flavonoidi, due sostanze antiossidanti.  Grazie alla loro azione aiutano a mantenere pulite le arterie e sono dunque valide alleate della prevenzione cardiovascolare

Germogli, foglie e gemme sono utilizzate per realizzare decotti utili per la cura delle infiammazioni del cavo orale e delle gengive (gargarismi).

Pubblicato da lacuocaignorante

Lacuocaignorante è una grande curiosona ed ama cucinare, leggere, viaggiare. In una vita precedente (ovvero prima del matrimonio) ero un ingegnere meccanico. Oggi mi occupo del mio Maritozzo e dei nostri tre gatti, insegno materie scientifiche, realizzo siti internet e continuo ad istruirmi!