Crea sito

ZUPPA DI FAGIOLI NERI E ZUCCA

Un piatto antichissimo, risalente addirittura ad Aztechi e Maya, preparato con due dei cibi base della cucina messicana: la Zucca e i fagioli neri.

Due alimenti preziosi, due Super cibi, come si dice oggi. Della zucca abbiamo già parlato in abbondanza (cliccate QUI); per i fagioli neri vi rimando alla loro scheda.

La ricetta è semplice, ma, come sempre quando ci sono di mezzo legumi &Co, richiede un po’ di tempo. La sera prima mettete a bagno i fagioli e poi calcolate circa un’ora per la cottura. Io uso la pentola a pressione e spengo prima della cottura completa (20 minuti dal fischio), in modo da avere 20 minuti per fare insaporire la zuppa.

Un altro “trucchetto”: cuocio sempre tutta la confezione di legumi: Poi li divido in porzioni da circa 100 g (siamo due!) e le metto nel freezer. Quando ne ho bisogno, due minuti al microonde e sono pronti all’uso!

Se usate quelli in scatola, risciacquateli dall’acqua di conserva prima di usarli

Se vi è avanzata della crema di fagioli (vedi QUI), cuocete zucca e patate per 20 minuti e poi aggiungete i frijoles refritos. Fate cuocere per cinque minuti e poi spegnete. Io ho fatto così. La zuppa diventa ancora più cremosa e potete anche non unire le patate

Altre note su questa zuppa le troverete a fondo pagina

  • Preparazione: 10 minuti + l'ammollo dei fagioli Minuti
  • Cottura: 60 Minuti
  • Difficoltà: Bassa
  • Porzioni: 4 persone
  • Costo: Economico

Ingredienti

  • 200 g Fagioli neri secchi (ptete usare anche quelli in scatola)
  • 300 g Polpa di zucca
  • 2 Patate
  • 2 Cipolle (oppure scalogni)
  • 1 Peperoncino (facoltativo)
  • 1 rametto Rosmarino
  • 1 cucchiaino Curcuma in polvere
  • q.b. Sale grosso
  • q.b. Pepe (facoltativo)

Preparazione

  1. FASE 1: PREPARARE I FAGIOLI (ALMENO 12 ORE PRIMA)

    • La sera prima mettete i fagioli in ammollo
  2. FASE 2: PREPARARE LE VERDURE

    • Tagliate la polpa di zucca e le patate in dadini non troppo grossi.
    • Scolate i fagioli dall’acqua dell’ammollo.
    • Tritate le cipolle.
  3. FASE 3: CUOCERE LE VERDURE

    • In una casseruola grande mettete qualche cucchiaio di olio evo a scaldare, aggiungete le cipolle tritate e il peperoncino intero.
    • Fate andare qualche minuto.
    • Nel frattempo in una brocca mette dell’acqua calda e scioglietevi la curcuma e qualche grano di sale grosso.
    • Versate i fagioli nella casseruola insieme all’acqua preparata.
    • Aggiungete la polpa di zucca e le patate tagliate a dadini. Unite il rosmarino.
    • Coprite e fate cuocere per circa 45 minuti. Controllate ogni tanto per vedere se serve aggiungere acqua.
    • Quando i fagioli sono cotti ma al dente, aiutatevi con un cucchiaio e schiacciate  le patate, premendo verso il bordo della pentola, per rendere cremosa la zuppa.
    • Mescolate e spegnete il fornello.
    • Aggiustate di sale, coprite e fate riposare per 5 minuti prima di servire.
  4. NOTA: Se usate fagioli già cotti oppure la crema di fagioli,  fate andare i dadini di zucca e di patate per 20 minuti, poi aggiungete i fagioli e cuocete per altri 5 minuti, prima di spegnere e fare riposare la zuppa

    • Servite in ciotole, un filo d’olio e pepe macinato al momento.
    • Otterrete così un piatto unico equilibrato e sano, vegano e adatto anche ai celiaci

Note

NOTA:

Potete accompagnare la zuppa con fette di pane tostato (nel piatto finito hanno assorbito tutto il brodo!)

UN’IDEA IN PIÙ

Se volete, potete aggiungere un peperone rosso o giallo, tagliato a listarelle, e un paio di pomodori, tagliati a dadini. Renderete ancora più gustosa la zuppa. In questo modo preparerete una specie di chili vegetariano. Qualcuno dirà : e le proteine??? I fagioli neri!!!!

 

/ 5
Grazie per aver votato!

Pubblicato da lacuocaignorante

Lacuocaignorante è una grande curiosona ed ama cucinare, leggere, viaggiare. In una vita precedente (ovvero prima del matrimonio) ero un ingegnere meccanico. Oggi mi occupo del mio Maritozzo e dei nostri tre gatti, insegno materie scientifiche, realizzo siti internet e continuo ad istruirmi!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *