Crea sito

TERESA PAPAVERO E LA MALEDIZIONE DI STRANGOLAGALLI

TERESA PAPAVERO E LA MALEDIZIONE DI STRANGOLAGALLI è un divertentissimo giallo che ci fa conoscere

TERESA PAPAVERO E LA MALEDIZIONE DI STRANGOLAGALLI

Chiara Moscardelli

Editore : Giunti

Prima Pubblicazione : 2018

Pagine : 320 p.

Genere: mystery, narrativa umoristica

Seguito da: Teresa Papavero e il cadavere nell’intercapedine

TERESA PAPAVERO E LA MALEDIZIONE DI STRANGOLAGALLI : DESCRIZIONE (DAL SITO DELL’EDITORE)

A Strangolagalli non succede mai niente. Ma quando Teresa Papavero torna in paese, ad accoglierla ci saranno omicidi, sparizioni, detective affascinanti e sconosciuti misteriosi, intrighi e colpi di scena.

Superati i quaranta un uomo diventa interessante, una donna zitella. Ma Teresa Papavero non se ne cruccia, ha ben altre preoccupazioni. Dopo avere perso l’ennesimo lavoro in circostanze a dir poco surreali decide di tornare a Strangolagalli, borghetto a sud di Roma nonché suo paese nativo, l’unico posto dove ricominciare in tranquillità.

E invece la tanto attesa serata romantica con Paolo, conosciuto su Tinder, finisce nel peggiore dei modi: mentre Teresa è in bagno, il ragazzo si butta dal terrazzo. Suicidio? O piuttosto, omicidio? Il maresciallo Nicola Lamonica, il primo ad accorrere sul luogo, è abbastanza confuso al riguardo.

Non lo è invece Teresa che, dotata di un intuito fuori del comune, capisce alla prima occhiata che qualcosa non va. Il fatto è che non le crede nessuno.

Tantomeno Leonardo Serra, l’affascinante quanto arrogante poliziotto arrivato per indagare sulla morte del giovane. A peggiorare la situazione la misteriosa scomparsa di Monica Tonelli, una delle ospiti del B&B che Teresa ha aperto nella casa paterna con la complicità di Gigia, la sua amica del cuore.

Tutto il paese è in subbuglio perché la sparizione della donna viene addirittura annunciata nel famoso programma ”Dove sei?” e a indagare sulla Tonelli arriva proprio l’inviato di punta, Corrado Zanni.

Per Teresa davvero un periodo impegnativo, coinvolta in indagini dai risvolti inaspettati e perseguitata dalle ombre del passato: la scomparsa della madre e il burrascoso rapporto col padre, il noto psichiatra Giovan Battista Papavero.

E così, tra affascinanti detective, carabinieri di paese, reporter d’assalto e misteriosi sconosciuti, Teresa si trova risucchiata in una girandola di intrighi, in un susseguirsi di imprevedibili colpi di scena. Tanto a Strangolagalli non succede mai niente!

TERESA PAPAVERO E LA MALEDIZIONE DI STRANGOLAGALLI. L’autrice

Chiara Moscardelli è nata a Roma nel 1973 ma vive e lavora a Milano, dove è responsabile editoriale della narrativa per Baldini + Castoldi.

Volevo essere una gatta morta, suo romanzo d’esordio (ripubblicato da Giunti in edizione tascabile nel 2016), ha avuto un grande successo di pubblico e di critica, diventando in breve un libro di culto.

Nel 2013 è uscito per Einaudi La vita non è un film, mentre Giunti ha pubblicato Quando meno te lo aspetti (2015) e Volevo solo andare a letto presto (2016) affermando l’autrice come una delle penne più frizzanti e apprezzate del panorama letterario italiano.

Romanzi

  • Volevo essere una gatta morta, Torino, Einaudi, 2011
  • La vita non è un film, Torino, Einaudi, 2013
  • Quando meno te lo aspetti, Firenze – Milano, Giunti, 2015
  • Volevo solo andare a letto presto, Firenze – Milano, Giunti, 2016.
  • Volevo essere una vedova, Torino, Einaudi, 2019
  • Extravergine, Milano, Solferino,2019

Serie Teresa Papavero

  • Teresa Papavero e la maledizione di Strangolagalli, Firenze – Milano, Giunti, 2018
  • Teresa Papavero e lo scheletro nell’intercapedine, Firenze – Milano, Giunti, 2020

TERESA PAPAVERO E LA MALEDIZIONE DI STRANGOLAGALLI: breve riassunto e commento personale

Avevo letto questo libro un paio di anni fa e qualche mese fa mi è capitata tra le mani la seconda avventura di Teresa Papavero. Così li ho letti entrambi e vi garantisco che è stata una delle giornate più allegre dell’ultimo anno!

Infatti è un romanzo giallo divertente e allegro, che a tratti mi ha fatto pensare ad Agatha Raisin e alle sue strampalate avventure. Ma Teresa Papavero è una di noi, una super tosta quarantenne italiana, che con tanta ironia riesce a districarsi nella complicata vita che le tocca vivere!

E non ha paura di reinventarsi di sana pianta anche quando tutti sono contro di lei, in primis quel padre così ingombrante! Ci piace davvero tanto questo primo romanzo e vi garantisco che il secondo è ancora migliore del primo!

Teresa ha 42 anni ed è single. Nel prologo la troviamo alle prese con il maresciallo Nicola Lamonica, che l’ha trovata sul luogo del suicidio del giovane con cui aveva un appuntamento. Lamonica “conosce i suoi polli”:

Comunque sia, lui la Papavero l’aveva inquadrata subito: figlia di un uomo importante, il
Professore, come lo chiamavano tutti in paese, viziata e senza un lavoro stabile né una professione… Questa volta, però, il Professore non avrebbe potuto fare nulla per lei. La situazione era seria.

Del resto, il racconto fatto da Teresa è al limite dell’assurdo… Infatti Lamonica non è l’unico a non crederle. Pure l’affascinante poliziotto Leonardo Serra ha i suoi dubbi quando sente il racconto di Teresa!

Insieme a Lamonica, ripercorriamo con Teresa gli sfortunati eventi che l’hanno portata al fatale appuntamento con Paolo.

Consapevole che nessuno le crede, alla fine Teresa si rimboccherà le maniche e si metterà ad indagare da sola sulla morte di quello sfortunato ragazzo…

Per risolvere il mistero, però, dovrà fare i conti con il suo passato … E noi la seguiremo in tutta una serie di pericoli che ce la faranno amare ancora di più.

Indimenticabili anche tutti i personaggi che la circondano!

Un romanzo che vi consiglio con tutto il cuore, che vi regalerà diverse ore di buonumore!

VOTO : 8 / 10

A Teresa, dicevo, succederà di tutto. Si concentrerà sulla morte di Paolo, si imbatterà continuamente in Leonardo Serra, cafone maleducato ma con la voce di Bruce Willis, ma soprattutto dovrà fare i conti con il suo passato, non solo con un suo ex, ma anche con la sua paura dell’abbandono.

Pubblicato da lacuocaignorante

Lacuocaignorante è una grande curiosona ed ama cucinare, leggere, viaggiare. In una vita precedente (ovvero prima del matrimonio) ero un ingegnere meccanico. Oggi mi occupo del mio Maritozzo e dei nostri tre gatti, insegno materie scientifiche, realizzo siti internet e continuo ad istruirmi!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *