Crea sito

Zuppa di pesce ai frutti di mare (seppie, gamberi e cozze)

Era da parecchio che non preparavo una bella zuppa di pesce. Il piatto preferito del mio Papà..ogni volta che lo porto in tavola, mi sembra di rivedere il suo sorriso felice mentre si gusta il sughetto preparato da Mamma…
Beh, il cibo è spesso anche questo, un viaggio nella memoria, fatto di odori, sapori, suoni e immagini…

Comunque adesso bando ai piagnistei! Ho preparato la zuppa con pesce fresco, ma potete usare tranquillamente quello surgelato, allungando di 5 minuti il tempo di cottura.

Per quanto riguarda i pomodori, ho usato quelli dell’orto. Ma potete usare la passata o la polpa in pezzi, a seconda dei vostri gusti.

Oggi finalmente riusciremo a concludere un po’ di schede di approfondimento…e pure parecchie recensioni. Purtroppo nei giorni scorsi ho dovuto evitare il più possibile di usare il PC…ed ora non posso ancora “caricare” troppo i braccini…

Intanto vi accenno solo che cozze e seppie sono Molluschi, mentre i gamberi appartengono alla famiglia dei crostacei. Insieme, molluschi e crostacei vengono chiamati “frutti di mare”…chissà poi il perché! Lo scopriremo nei prossimi post!

Preparatevi: la settimana di Ferragosto riserverà molte sorprese!

Ed oggi vi do un piccolo “anticipo” : un gelato che ha lasciato stupefatti sia me che il Maritozzo…

  • Preparazione: 20 minuti + almeno 1 ora per lo spurgo di sabbia delle cozze Minuti
  • Cottura: 30 -35 Minuti
  • Difficoltà: Molto facile
  • Porzioni: 2 persone
  • Costo: Economico

Ingredienti

  • 500 g Cozze
  • 400 g Seppie (Oppure Anelli di totano o calamari)
  • 300 g code di gambero (Sgusciate o meno)
  • 1 cipolla
  • 1 carota (Facoltativo)
  • 1 spicchio Aglio
  • 1 Peperoncino (Facoltativo)
  • 500 g Pomodori (oppure 250 ml di passata)
  • 1 ciuffo Prezzemolo (Facoltativo)
  • 4-5 foglie Basilico (Facoltativo)

Preparazione

  1. FASE 1: PULIRE IL PESCE

    • Togliete le barbe alle cozze
    • Spazzolate poi le conchiglie con una spugna di  acciaio, per rimuovere eventuali residui che vi si siano depositati sopra
    • Fatele spurgare per almeno un’ora in acqua e sale
    • Tagliate le seppie o i calamari, dopo aver rimosso le sacche di inchiostro, gli “occhi” e il becco
  2. FASE 3: PREPARARE LA  ZUPPA

    • In una capace pentola, mettete a scaldare un cucchiaio di olio.
    • Quando sarà caldo, fatevi dorare l’aglio insieme alla cipolla e alla carota. Se vi piace, unite anche il peperoncino (che potrete rimuovere prima di unire il pomodoro)

     

  3. FASE 2: PREPARARE LE VERDURE PER LA SALSA

    • Lavate e tagliate in pezzi non troppo piccoli i pomodori
    • Sbucciate la cipolla e la carota e tritate grossolanamente
    • Sbucciate lo spicchio d’aglio
    • Lavate e tritate le erbe aromatiche che avete scelto di usare
    • Aggiungete quindi il pomodoro e salate leggermente
    • Fate cuocere 10 – 15 minuti a fuoco medio – basso
    • Se volete, a questo punto potete passare il pomodoro per ottenere una salsa più “setosa”

     

    • Aggiungete le seppie e fate cuocere altri 15 minuti

     

    • Unite le code di gambero e cuocete ancora per 5 minuti

     

    • All’ultimo minuto aggiungete le cozze, spegnete e fate riposare per qualche minuto
    • Prima di servire, completate con il trito di erbe aromatiche

Note

Per calcolare quanto pesce acquistare senza fare sprechi, ho trovato utile scoprire sulla mia onnisciente enciclopedia di cucina che, per non sbagliare, bisogna calcolare PER OGNI PERSONA:

  • 400 g per cozze e vongole
  • 200 g per seppie, calamari, totani, polpi,moscardini
  • 100 g per i crostacei

Per quanto riguarda la cottura, si comincia sempre dai pesci a cottura più lenta, tipo seppie & co, per finire con crostacei  e “conchiglie”, che io aggiungo all’ultimo minuto.

Se volete, potete passare il sugo di pomodoro per ottenere una salsa più densa, ma a me piacciono i pezzettoni, per cui ho lasciato la zuppa piuttosto “grezza”.

Completate con delle fette di pane abbrustolite!

/ 5
Grazie per aver votato!

Pubblicato da lacuocaignorante

Lacuocaignorante è una grande curiosona ed ama cucinare, leggere, viaggiare. In una vita precedente (ovvero prima del matrimonio) ero un ingegnere meccanico. Oggi mi occupo del mio Maritozzo e dei nostri tre gatti, insegno materie scientifiche, realizzo siti internet e continuo ad istruirmi!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *