Crea sito

ORZOTTO CON FINOCCHI, ZUCCA, PECORINO E BACON

ORZOTTO CON FINOCCHI, ZUCCA, PECORINO E BACON. Un piatto unico alternativo al risotto.

Caldo e profumato, questo piatto ci fornisce la possibilità di portare in tavola qualcosa che non sia la solita pastasciutta o il solito riso al pomodoro.

Ed è veramente semplice da preparare. In mezz’ora o poco più (dipende da quanto ci tenete alle vostre dita!), porterete in tavola una ricetta gustosa e allegra da vedere.

  • Preparazione: 15-20 Minuti
  • Cottura: 40 Minuti
  • Difficoltà: Molto facile
  • Porzioni: 4 Persone
  • Costo: Economico

Ingredienti

  • 320 g Orzo perlato
  • 1 Finocchio
  • 150 g Zucca (Polpa già pulita e privata dei semi)
  • 50 g Pecorino (Abruzzese, ovvio!)
  • 1 rametto Rosmarino
  • 1 cipolla
  • 1 cucchiaino Olio extravergine d'oliva
  • 2 l Brodo vegetale (Anche da preparato granulare)
  • q.b. Sale
  • 4 fette bacon (oppure pancetta)
  • 1 Arancia (Solo succo. Facoltativo)

Preparazione

  1. FASE 1: PREPARARE GLI INGREDIENTI

    • Risciacquate l’orzo sotto abbondante acqua fredda e tenetelo in acqua mentre preparate gli altri ingredienti
    • se dovete preparare il brodo con il granulare, fate scaldare due litri di acqua in una pentola e aggiungete un misurino di preparato

    FASE 2: TAGLIARE IL FINOCCHIO

    • Pulite il finocchio, eliminando le foglie esterne più dure e il torsolo alla base.
    • Tenete da parte le cimette verdi e risciacquatele sotto l’acqua fredda. Le useremo poi per guarnire il piatto
    • Tagliate il finocchio in fette sottili
    • Dividete le fette in bastoncini e poi riducetele a dadini, in modo che cuocia più in fretta
  2. FASE 3: TAGLIARE GLI ALTRI INGREDIENTI

    • sbucciate e tritate finemente la cipolla (oppure lo scalogno)
    • Private la zucca della buccia e dei semi e tagliatela in cubetti
    • Tritate gli aghi di rosmarino
    • Spremete il succo dell’arancia, se volete usarla
  3. FASE 4: CUCINARE L’ORZOTTO 

    • Mettete a scaldare in una pentola due cucchiai di acqua (oppure usate il succo di arancia) con un filo di olio e fatevi stufare a fuoco basso la cipolla tritata.
    • Quando la cipolla si sarà ammorbidita, aggiungete il finocchio e fate cuocere 2 minuti a fiamma alta.
    • Aggiungete la zucca a dadini e mescolate.
    • Unite l’orzo scolato e tostatelo per un minuto a fiamma alta
    • Bagnate con l’altro succo di arancia, se lo state usando. Sfumate con il brodo e portate a cottura aggiungendo il brodo caldo poco alla volta e solo quando quello che avete unito in precedenza è stato quasi tutto assorbito.

    FASE 5: TOSTARE IL BACON

    Mentre l’orzotto continua a cuocere, tagliate a strisce sottili le fette di bacon (o di pancetta) e poi disponetele su una padella antiaderente riscaldata.

    • Fatele rosolare finché non diventano croccanti
  4. FASE 6: MANTECARE

    • Quando l’orzo sarà cotto, aggiungete il rosmarino e le cimette di finocchio tritate.
    • Cospargete con il formaggio grattugiato e mescolate delicatamente
    • servite decorando ogni piatto con un cucchiaio di bacon tostato

Note

ORZOTTO CON FINOCCHI, ZUCCA, PECORINO E BACON. UN’IDEA VEGETARIANA

Invece di usare il bacon per dare un po’ di croccantezza al piatto, potete tagliare metà della zucca a dadini e affettare in lamelle sottili l’altra parte.

Lasciate le lamelle qualche minuto in acqua fredda, quindi scolatele e asciugatele.

Infarinatele leggermente  e friggetele un minuto in olio ben caldo, finché non diventano dorate. Se non volete friggerle, passate le lamelle di zucca sotto il grill a 200°C per 7-8 minuti, togliendole quando diventano ben dorate

/ 5
Grazie per aver votato!

Pubblicato da lacuocaignorante

Lacuocaignorante è una grande curiosona ed ama cucinare, leggere, viaggiare. In una vita precedente (ovvero prima del matrimonio) ero un ingegnere meccanico. Oggi mi occupo del mio Maritozzo e dei nostri tre gatti, insegno materie scientifiche, realizzo siti internet e continuo ad istruirmi!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *