MINESTRA PISELLI E CAVOLO NERO

MINESTRA PISELLI E CAVOLO NERO ….

IN STILE ORIENTALE

Tra tutti i legumi, i piselli sono quelli che amo di meno e per questo compaiono molto poco sulla nostra tavola. Da qualche tempo, però, sto cercando di usare anche questi, sia freschi che secchi.

In particolare, ho scoperto quanto sono comodi i piselli finissimi surgelati! Da quando la Nipotina mi ha chiesto consigli di cucina usando di più surgelati e pronti sto cercando di accontentarla usando prodotti che può trovare al supermercato senza difficoltà. Anche se poi io li faccio in casa…

Vi dicevo della minestra di cavolo nero e piselli. Per renderla più di mio gradimento ho aggiunto zenzero, curcuma e cocco!

Ma potete usare acqua o latte normale per prepararla, eliminando le spezie e usando magari della menta o del basilico.

Vi do la mia versione.

MINESTRA PISELLI E CAVOLO NERO : la ricetta per 4

  • DIFFICOLTÀ: molto bassa
  • PREPARAZIONE : 10 minuti
  • COTTURA : 30 minuti
  • COSTO : basso

INGREDIENTI

PREPARAZIONE

Dedicatevi innanzi tutto alla pulizia del cavolo nero, eliminando le coste più dure. Lavatelo accuratamente in acqua corrente fredda, quindi fatelo asciugare su un telo asciutto.

  • Passate quindi alla cottura dei piselli. Pulite e tritate la cipolla e la carota.
  • Scaldate l’olio in una capace pentola e fatevi tostare per mezzo minuto il curry. Unite quindi i piselli congelati nella pentola, mescolate bene e poi unite il trito di aromi, l’alloro, il peperoncino, qualche grano di pepe.
  • Aggiungete un bicchiere di acqua e lasciate cuocere a fuoco basso per 10 – 15 minuti.
  • Unite quindi anche il cocco e frullate il tutto con un frullatore a immersione.
  • Aggiungete quindi le foglie di cavolo nero tagliate a pezzetti e fate cuocere ancora per qualche minuto.
  • Servite quindi la vostra minestra, magari su una fetta di pane abbrustolita. E, se vi piace, completate il piatto con una generosa spolverata di formaggio grattugiato!
  • Io ho usato un caciocavallo piccante buonissimo!!!

MINESTRA PISELLI E CAVOLO NERO : i piselli

Come sappiamo, i piselli appartengono alla famiglia dei legumi e, secondo la piramide della dieta mediterranea dovremmo consumarne una porzione al giorno!

Ne esistono tantissime varietà e si prestano a essere cucinati in molti modi. Oltre che in minestre di vario tipo e insalate, io adoro usarli anche nei dolci!

Ricordate gli hummus? Bene, ne sto preparando tanti anche in versione dolce! Il Giappone e la sua marmellata di fagioli rossi mi hanno dato una bella ispirazione!

Ma possiamo usare i piselli anche per crocchette e burger vegetariani. E, visto che la stagione dei piselli freschi si avvicina, sappiate che le nostre nonne usavano i loro baccelli per delle gustosissime preparazioni: addirittura fritti!!!

Le proprietà nutritive dei piselli sono numerose: questi legumi contengono, infatti, circa l’80% di acqua, proteine vegetali, carboidrati, fibre, vitamine – come la A, la C, la B1, la B6 e la B9 o acido folico – e sali minerali, tra cui potassio, fosforo, zinco, magnesioferro e calcio.

Tra le proprietà salutari dei piselli sono da segnalare quelle che riguardano l’apparato cardiocircolatorio: la vitamina C, la B6 e l’acido folico aiutano, infatti, a mantenere bassi i livelli di colesterolo. Il potassio, invece, apporta benefici ai muscoli e regala loro proprietà diuretiche.

Nei piselli è, inoltre, presente un’alta percentuale di clorofilla che stimola l’organismo nella produzione di globuli rossi rafforzando, dunque, il sistema immunitario.

È, poi, da segnalare la capacità di prevenzione nei confronti del diabete: i piselli riescono, infatti, a stabilizzare la glicemia.

La presenza di purina li rende controindicati in casi di gotta e nei soggetti iperuricemici. Infine, se ne sconsiglia l’abuso in caso di dieta a regime controllato o diabete e ne è raccomandata la cottura per poterli digerire correttamente.

MINESTRA PISELLI E CAVOLO NERO : il cavolo nero

Il cavolo nero (Brassica oleracea L. acephala varietà palmifolia) è una varietà di cavoli. Questo cavolo è privo della gemma centrale (la testa, appunto) e per questo il nome “acefalo”, cioè senza testa.

Caratterizzato da un sapore più deciso rispetto agli altri cavoli, può anche essere aggiunto crudo nelle insalate, tagliato molto finemente, abbinato a rucola e radicchio e condito con olio d’oliva e succo di limone. Si ottiene così un contorno depurativo per fegato e reni.

E’ ricchissimo di sostanze antiossidanti (che contrastano i processi infiammatori, migliorano la digestione e prevengono i tumori), sali minerali e vitamine; in particolare la vitamina C, il miglior vaccino naturale contro virus, dolori e infreddature.

Tipico dei mesi invernali ma poco conosciuto ed utilizzato rispetto a molti altri ortaggi, contiene pochissime calorie (circa 30 calorie ogni 100 grammi). E’ dunque indicato per chi è a dieta; depura, ha funzioni cardio – protettive e, grazie al suo basso contenuto di zuccheri semplici, è consigliato per i diabetici.

Inoltre, non contiene glutine, pertanto è adatto per i celiaci, ma non per chi soffre di ipotiroidismo perché contiene sostanze che disturbano l’assorbimento di iodio.

Pubblicato da lacuocaignorante

Lacuocaignorante è una grande curiosona ed ama cucinare, leggere, viaggiare. In una vita precedente (ovvero prima del matrimonio) ero un ingegnere meccanico. Oggi mi occupo del mio Maritozzo e dei nostri tre gatti, insegno materie scientifiche, realizzo siti internet e continuo ad istruirmi!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *