Crea sito

Le patate proprietà e valori nutrizionali

Le patate proprietà e valori nutrizionali. Ieri abbiamo cominciato a parlare delle patate (vedi QUI).

Abbiamo così accennato ad alcune caratteristiche della pianta e alla classificazione delle patate, per un loro corretto uso in cucina. Oggi invece ci occuperemo del tubero vero e proprio e delle sue caratteristiche nutrizionali

Le patate proprietà e valori nutrizionali. IL PANE DEI POVERI

Come accennato, sebbene arrivata in Europa nel XVI secolo, dopo la scoperta dell’America, inizialmente non fu affatto apprezzata. Si dovette arrivare agli inizi dell’Ottocento perché si diffondesse la sua coltivazione (e il suo consumo) in Italia.

Coltivata da migliaia di anni sugli altopiani delle Americhe, dal Messico al Perù, i missionari cattolici scoprirono che gli Indios facevano un largo e vario consumo delle papas.

Si legge in una cronaca dell’epoca“Gli indiani raccolgono le papas e le fanno essiccare bene al sole, poi le usano per fare quelle che loro chiamano chuno (patate essiccate), che si conservano anche per molti giorni e a loro serve da pane e in questo regno se ne fa un grande commercio. Essi mangiano pure le papas fresche, bollite o arrostite…”

La farina della patata veniva condita poi con legumi o carne di lama.

LE PATATE E GLI IRLANDESI

Nonostante ciò, a lungo se ne fece solo uso medicinale e passarono secoli prima che gli europei ne iniziassero la coltivazione. I primi a nutrirsi di patate furono gli Irlandesi , in seguito ad una grave carestia del 1663. Ben presto le patate divennero il loro alimento principale.

Due secoli dopo, nel periodo tra il 1845 e il 1849, le coltivazioni di patate furono distrutte da una grave malattia. E gli Irlandesi emigrarono in massa verso l’America.

Le patate proprietà e valori nutrizionali

La patata è contemporaneamente una verdura e un farinaceo, per cui le sue caratteristiche nutrizionali sono complementari e diversificate, tanto che il Programma Nazionale Nutrizione e Salute (PNNS) raccomanda di inserirla in ogni pasto.

PATATE E INDICE GLICEMICO

Se, come me, amate le patate, allora sarete già consapevoli che i nutrizionisti consigliano di non consumarne una quantità esagerata. Le patate hanno infatti un elevato indice glicemico, maggiore di quello di pane e pasta.

Ricordiamo che l‘indice glicemico (Ig) misura la capacità di un alimento di AUMENTARE il contenuto di glucosio nel sangue.

Il valore di riferimento principale per l’indice glicemico è dato dal glucosio, al quale viene attribuito un IG pari a 100. I carboidrati ad IG alto hanno un valore da 70 in su. L’ IG medio è compreso tra 56 e 69. Gli alimenti ad IG basso presentano un valore minore di 56. Dunque, la pasta di semola di grano duro cotta al dente ha un IG che può essere considerato basso.

Calorie e valori nutrizionali delle patate

100 g di patate apportano 85 kcal. Inoltre, 100 g di patate contengono:

  • Acqua 78,50 g
  • Carboidrati 17,90 g di cui : Amido 15,9 g e Zuccheri 0,4 g
  • Proteine 2,1 g
  • Grassi 1 g
  • Colesterolo 0 g
  • Fibra totale 1,6 g
  • Sodio 7 mg
  • Potassio 570 mg
  • Ferro 0,6 mg
  • Calcio 10 mg
  • Fosforo 54 mg
  • Magnesio 28 mg
  • Zinco 1,24 mg
  • Rame 0,19 mg
  • Selenio  tracce
  • Vitamina C 15 mg
  • Tiamina o Vitamina B1 0,1 mg
  • Riboflavina o Vitamina B2 0,04 mg
  • Niacina o Vitamina B3 2,5 mg
  • Vitamina A 3 µg

Le patate proprietà e valori nutrizionali. Analisi dei dati

Come si vede, la  maggior parte della patata è costituita da acqua (in pratica l’80%). Le proteine invece sono poche (circa il 2%); questo significa che non sono sostituibili a cibi proteici, come carne, pesce o legumi.

La patata è un’ottima fonte di carboidrati (quasi 18 g ogni 100 g, il 18%), presenti soprattutto sotto forma di amido. Sono quindi un valido sostituto di pane e pasta. In effetti, nonostante l’elevato indice glicemico, io le trovo molto più sazianti di pane e pasta. E molti studi recenti vanno in questa direzione.
Ricordiamo che le patate cotte al microonde hanno un IG di 117, cotte al vapore l’IG è di 93, mentre l’IG di quelle lessate è pari a 77.

La patata risulta uno degli alimenti a più alto indice di sazietà, utile in caso di diete.

Ottima la presenza di minerali come fosforo, magnesio ma soprattutto potassio. Le patate sono  anche una buona fonte di vitamina C, di vitamine del gruppo B, e di ß-carotene, o Provitamina A (precursore della Vitamina A).

Molte di queste sostanze verrebbero perse nell’acqua di cottura qualora le patate vengano bollite: per questo motivo, è conveniente lavare le patate prima di cuocerle e poi bollirle direttamente con la buccia, che verrà rimossa una volta ultimata la cottura. La cottura a secco (al forno, o comunque non in un liquido) è la forma migliore per conservare le qualità nutrizionali del tubero.

Patate: Proprietà e Benefici 

  • Le patate hanno effetto depurativo e diuretico.
  • Sono un alimento utile agli sportivi, grazie alla B6, necessaria per la ripartizione del glicogeno, lo zucchero immagazzinato nelle cellule muscolari e nel fegato.
  • Ricche di potassio, un elettrolita con proprietà vasodilatatrici, le patate contribuiscono ad abbassare la pressione arteriosa. Sempre il potassio aiuta l’organismo ad eliminare l’acqua in eccesso
  • Sono buone fonti di ferro e acido folico, due sostanze essenziali per la produzione di globuli rossi la cui carenza provoca l’anemia.
  • Le fette crude applicate sulla pelle hanno proprietà lenitive e decongestionanti utili a lenire problemi causati da scottature e irritazioni.

Domani parleremo della Fecola di Patate e delle Patate Americane che patate non sono!

 

 

Pubblicato da lacuocaignorante

Lacuocaignorante è una grande curiosona ed ama cucinare, leggere, viaggiare. In una vita precedente (ovvero prima del matrimonio) ero un ingegnere meccanico. Oggi mi occupo del mio Maritozzo e dei nostri tre gatti, insegno materie scientifiche, realizzo siti internet e continuo ad istruirmi!