Crea sito

Gelato ricotta e zucca. Omaggio a Halloween

Gelato ricotta e zucca. La variante sfiziosa del gelato zucca e cannella.Un omaggio ad Halloween e al “trick or threat”, dolcetto o scherzetto in lingua italica.


Ma prepareremo ancora tanti altri dolci per festeggiare “la notte delle streghe e dei fantasmi”!


Per la purea di zucca cotta: 

  • Io ho cotto la zucca al microonde ed ho impiegato 10 minuti. Grazie Mr Spencer!Se la cuocete al vapore, occorreranno circa 25 minuti.Per la cottura in forno, invece, basteranno 20 minuti
  • DifficoltàMolto facile
  • CostoBasso
  • Tempo di preparazione10 Minuti
  • Tempo di cottura10 Minuti
  • PorzioniCirca 1 kg di gelato
  • CucinaItaliana

Ingredienti

  • 400 gPurea di zucca (già cotta)
  • 250 gRicotta
  • 200 mlPanna
  • 150 gZucchero
  • 1 cucchiainoCannella in polvere

Preparazione

  1. FASE 1: CUOCERE LA ZUCCA

    • Cuocete (a vapore, al forno o al microonde) la zucca ridotta a pezzi piuttosto grossi
    • Fatela raffreddare per un paio di ore
  2. FASE 2: PREPARARE LA BASE

    • Quando la polpa di zucca si sarà raffreddata per almeno un’ora, frullatela insieme allo zucchero e alla cannella in polvere.
    • Aggiungete quindi la ricotta e la panna
    • Frullate per un paio di minuti per amalgamare il tutto
  3. FASE 3: MANTECARE

    • SENZA GELATIERA
      • Versate la base in un contenitore con coperchio e mettete nel congelatore.
      • Mescolate ogni ora per le successive quattro ore, con un cucchiaio di legno o con un frullatore ad immersione
    • CON LA GELATIERA
      • Versate la base nella gelatiera ed avviate l’apparecchio, seguendo le istruzioni del vostro elettrodomestico

     

    • Fate mantecare per circa 20  minuti

     

    • Se non lo servite subito, mettete il gelato nel congelatore

Gelato ricotta e zucca. GLI INGREDIENTI

Per la ricotta, cliccate QUI

Per la zucca, potete trovare un breve articolo di approfondimento QUI

Gelato ricotta e zucca. Qualche curiosità sulla CANNELLA

Le piante della cannella da cui si ricava la preziosa spezia sono due. Entrambe sempreverdi ed appartenenti alla famiglia delle Lauracee: la Cinnamomum zeylanicun e la Cinnamomum cassia.

La prima è chiamata anche Cannella regina, è originaria dello Sri Lanka ed è la più pregiata.

La seconda è detta anche Cannella della Cina, come suggerisce il nome stesso la Cina è il suo paese d’origine ed è la meno pregiata.

Al contrario di altre spezie che vengono ricavate da foglie e fiori delle piante, la cannella si ricava direttamente dai rami o dai piccoli fusti dell’albero. Infatti si utilizza esclusivamente la parte interna della corteccia.

Le parti di corteccia, una volta tagliate, vengono essiccate.Durante l’essiccazione si elimina la parte esterna in eccedenza fino ad ottenere il classico aspetto a tubo che ben conosciamo.La qualità  della cannella dipende esclusivamente dall’età dei rami da cui si ricava. Un’età più giovane corrisponde ad una migliore qualità.

CANNELLA. VALORI NUTRIZIONALI E PROPRIETÀ


Questa spezia contiene numerosi sali minerali, tra cui calcio, manganese, ferro, potassio, selenio, rame, e zinco.
Inoltre è ricca di vitamine, tra cui la vitamina A, C ed E, oltre ad alcune vitamine del gruppo B (B1, B2, B3, B5, B6).
Oltre ad essere uno dei più potenti antiossidanti presenti in natura, è un ottimo antisettico, antibatterico e fungicida.

Eccellente rimedio naturale contro raffreddore e influenza, va bene anche nei mesi caldi, poiché stimola la sudorazione.

Aiuta a rafforzare il sistema immunitario, migliora la digestione e rallenta la velocità di svuotamento dello stomaco dopo un pasto.

In cucina viene utilizzata soprattutto per la preparazione di dolci e liquori, ma, in alcuni casi, viene utilizzata anche per dare un tocco speziato e esotico a primi e secondi piatti.

Riguardo ai dolci, soprattutto in occidente, viene utilizzata nella preparazione di dolci di frutta come lo strudel di mele, dato che si accompagna molto bene con questo frutto.

La cannella viene inoltre utilizzata nella preparazione di biscotti, meringhe, gelati, nella lavorazione del cioccolato, come aroma per creme e liquori.

/ 5
Grazie per aver votato!

Pubblicato da lacuocaignorante

Lacuocaignorante è una grande curiosona ed ama cucinare, leggere, viaggiare. In una vita precedente (ovvero prima del matrimonio) ero un ingegnere meccanico. Oggi mi occupo del mio Maritozzo e dei nostri tre gatti, insegno materie scientifiche, realizzo siti internet e continuo ad istruirmi!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *