Crea sito

CREMA AL PISTACCHIO

CREMA AL PISTACCHIO: la preferita del Maritozzo! La crema al pistacchio è la preferita del mio maritozzo, che per il suo compleanno ha richiesto una torta alle nocciole farcita proprio con questa crema. La consistenza è simile a quella della crema pasticcera, ma richiede qualche passaggio in più. Io l’ho unita a panna montata, ottenendo una specie di diplomatica, ma è buonissima anche da sola. Al posto della farina di pistacchi, più difficile da reperire, potete acquistare pistacchi non salati e, dopo averli sgusciati, dovrete tritarli finemente. In commercio esiste anche la pasta di pistacchi: per ottenere una crema deliziosa, basta unirne un cucchiaio al latte.

  • DifficoltàBassa
  • CostoMedio
  • Tempo di preparazione40 Minuti
  • Porzioni600 ml
  • CucinaItaliana

Ingredienti

  • 500 mlLatte (Io uso latte di riso ma voi potete usare quello che preferite!)
  • 2uova medie
  • 125 gZucchero
  • 30 gFarina 00 (Potete usare la stessa quantità di farina di riso)
  • 100 gfarina di pistacchi (oppure granella di pistacchi)
  • 20 gAmido di mais (maizena)
  • 1 pizzicoSale

Preparazione

  1. In una casseruola, possibilmente antiaderente, portate ad ebollizione il latte. Spegnete il fuoco ed unite la farina di pistacchi NOTA : se usate la granella o i pistacchi interi, tritateli il più finemente possibile. Se invece siete stati così fortunati da aver trovato la pasta (o crema) di pistacchi, scioglietene un cucchiaio nel latte

  2. Lasciate riposare per almeno trenta minuti: maggiore sarà il tempo di riposo, migliore sarà il gusto finale della crema.

  3. Passato il tempo di infusione, in una ciotola, lavorate le uova con lo zucchero, mescolando bene con la frusta a mano, fino ad ottenere un composto omogeneo.

  4. Sempre usando la frusta, aggiungete a poco a poco la farina, l’amido e un pizzico di sale. Mescolate bene in modo che non si formino grumi.

  5. Se volete una crema liscia, aiutandovi con un colino, rimuovete i pistacchi dal latte e riscaldate senza arrivare ad ebollizione. Se invece vi piace la doppia consistenza data dalla farina di pistacchi, riscaldate il latte leggermente (con un termometro, dovreste misurare 80°C).

  6. Dopo aver riscaldato il latte, fatelo intiepidire e poi versatele sul composto di uova, farine e zucchero, mescolando con un cucchiaio di legno.

  7. Trasferite il composto così ottenuto nella casseruola in cui avevate scaldato il latte.  Ponetela pentola sul fuoco, mescolando in continuazione con il cucchiaio di legno, raschiando il fondo con regolarità per evitare che la crema attacchi

  8. Non appena inizia a bollire, sostituite il cucchiaio con la frusta e mescolate la crema per 3-4 minuti

  9. Versate la crema in una terrina di vetro, cospargete la superficie di zucchero semolato e coprite con un piatto o con la pellicola trasparente: in questo modo si raffredderà senza indurirsi in superficie (non si formerà quella odiosa pellicola superficiale)

  10. Una volta raffreddatasi, mescolatela con la frusta per renderla liscia e lucente prima dell’uso, oppure passatela in frigo per 4- 5 ore, in modo da farla rassodare

Note

CREMA AL PISTACCHIO: preparare una mousse Se volete una mousse, unite alla crema fatta raffreddare 250 ml di panna montata, mescolando dal basso verso l’alto, per evitare che la panna si smonti. Sostituendo la farina di pistacchi con la stessa quantità di farina di nocciole, potete ottenere un’ottima crema alle nocciole.

3,3 / 5
Grazie per aver votato!

Pubblicato da lacuocaignorante

Lacuocaignorante è una grande curiosona ed ama cucinare, leggere, viaggiare. In una vita precedente (ovvero prima del matrimonio) ero un ingegnere meccanico. Oggi mi occupo del mio Maritozzo e dei nostri tre gatti, insegno materie scientifiche, realizzo siti internet e continuo ad istruirmi!

4 Risposte a “CREMA AL PISTACCHIO”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *