CINQUE DONNE E UN ARANCINO di Catena Fiorello Galeano

CINQUE DONNE E UN ARANCINO è un bellissimo romanzo della scrittrice Catena Fiorello Galeano. Vi racconto perché mi è piaciuto

CINQUE DONNE E UN ARANCINO

Catena Fiorello Galeano

Prima pubblicazione : 2020

Editore : Giunti

Pagine : 336 p.

Genere : narrativa

Serie : Le signore di Monte Pepe

CINQUE DONNE E UN ARANCINO : il libro (dal sito dell’editore)

Ogni trasloco è una fine. O un inizio. Ma sempre e comunque un intreccio di emozioni. Lo sa bene Rosa, che dopo la morte del marito decide di lasciare Milano per tornare nella sua terra di origine, lo sperduto paesino siciliano di Monte Pepe.

Qui si rende ben presto conto che le donne del luogo (perfino le più giovani!) sembrano rassegnate a un monotono tran-tran.

Eppure ci deve essere un modo per ravvivare le giornate e risvegliare le ambizioni delle signore di Monte Pepe. Così, una mattina, si alza punzecchiata da un’idea: aprire una rosticceria che offra i migliori arancini della regione, in un ambiente ospitale che attiri turisti e buongustai.

Forte del suo passato di cuoca, Rosa tenta di coinvolgere quattro amiche: Giuseppa, vedova con qualche anno in più, le gemelle Maria e Nunziatina, appassionate di cucina dell’antica tradizione, e la bellissima Sarina, giovane in cerca della sua vocazione.

Ma fin da subito si scontreranno con una difficoltà insormontabile: il paese è troppo isolato fra le montagne e i clienti scarseggiano.

In mezzo a questi guai, nuovi amori nascono, altri finiscono, e altri ancora stentano a farsi strada. E proprio quando le cinque amiche cominciano a darsi per vinte, il loro destino sarà stravolto dall’apparizione di una misteriosa donna che le trasporterà in un’incredibile avventura a New York.

Già, perché la vita non è scritta soltanto dalle nostre intenzioni. Talvolta può accadere che il caso ci metta lo zampino, sorprendendoci con la sua generosità…

CINQUE DONNE E UN ARANCINO : l’autrice

Catena Fiorello (Catania, 10 agosto 1966) è una scrittrice, autrice televisiva e conduttrice televisiva italiana. È sorella dello showman Rosario e dell’attore Giuseppe Fiorello.

Ha pubblicato per Giunti con grande successo L’amore a due passi (2016), Picciridda (2017) e Tutte le volte che ho pianto (2019).

Nel 2020 è uscito il primo capitolo della saga delle “Signore di Montepepe”, Cinque donne e un arancino, rimasto per settimane in testa alle classifiche. A gennaio 2022 uscirà il secondo, attesissimo volume.

CINQUE DONNE E UN ARANCINO : breve riassunto e commento personale

Io nel mio piccolo provo a far risorgere la mia terra. Lo so, non bastano pochi arancini per fare la rivoluzione, tuttavia anche un chicco di riso può essere un seme per infondere speranza.

Un omaggio alle donne siciliane, “alle donne della mia terra e di tutto il mondo, sempre così forti e determinate, capaci di rialzarsi e portare in salvo la nave che sta affondando”.

Primo di una saga composta da 5 libri, che avranno tutti un legame con un prodotto tipico della SiciliaCinque donne e un arancino è un romanzo che mi è piaciuto davvero molto, che punta sull’ottimismo e sull’entusiasmo. Proprio quello che ci vuole in periodi come questo.

Tutti possono cambiare la loro vita, pochi ne sono convinti

E Rosa, la protagonista, è convinta davvero di poter cambiare la sua vita anche quando i più sono convinti che non sia il caso di inseguire i propri sogni.

La conosciamo nel momento in cui ritorna in Sicilia, dopo 40 anni trascorsi a Milano:

“dove si era trasferita appena maggiorenne per condividere le belle speranze del fidanzato di allora, Pippo”

Ora il suo Pippo non c’è più e lei ha deciso di tornare alla sua terra. Per due mesi Rosa si tiene impegnata con la sistemazione della casa paterna, rimasta disabitata dopo il trasferimento del padre a Torino, per vivere con la figlia Gloria:

Era proprio una soddisfazione guardare il risultato dei lavori realizzati in casa in quei mesi

E aveva pure trovato il modo di fare nuove amicizie. Ma non si sente soddisfatta, la nostra Rosa. E pensa di aprire una rosticceria:

una sorta di regno degli arancini tra i più buoni del mondo

Decide però di condividere il suo progetto con le nuove amiche, Giuseppa, le gemelle omozigote Maria e Nunziatella e Rosaria, meglio nota come Sarina.

Tutte amavano cucinare i piatti dell’antica tradizione siciliana e tutte cercavano un’occupazione più stabile.

La proposta di Rosa viene inizialmente respinta, ma la donna è testarda e decide addirittura di “aprirsi un varco sulla piazza virtuale”, con l’aiuto della giovane Nicoletta, figlia di una sua amica che gestisce un piccolo negozio di alimentari.

E’ l’anziano padre a darle la spinta finale, consigliandole di “lottare per portare a termine i propri sogni”

Alla fine, davanti al suo entusiasmo e alla sua costanza, anche le sue quattro amiche cedono:

Salpavano con lei e con lei sarebbero andate al largo

Ben presto in tanti saranno entusiasti dell’iniziativa, che forse riuscirà a fare arrivare frotte di turisti a Monte Pepe.

A fine maggio il locale era pronto, e decisa anche la data dell’inaugurazione: il giorno dedicato a Santa Rita…la santa degli impossibili, dei casi difficili”

Che sorpresa per Rosa trovarsi davanti i suoi figli all’inaugurazione! Non solo: c’è pure sua sorella Gloria, con il marito e uno dei figli, oltre all’inossidabile padre!

Vi confesso che ho pianto davvero tanto in questo punto del libro…

Dopo mesi di grandi difficoltà, in cui sono la tenacia di Rosa riesce a tenere aperto il locale, ecco infine la grande svolta!

E Rosa dimostrerà che non ha affatto sbagliato a seguire il consiglio del padre e che, a qualunque età, se si crede fermamente in se stessi, si possono realizzare i propri sogni!

Un romanzo che vi consiglio di cuore, che ci regala speranza e ci permette di ritrovarci nelle protagoniste, cinque donne tenaci come la terra che ha dato loro i natali.

VOTO : 10 /10

Pubblicato da lacuocaignorante

Lacuocaignorante è una grande curiosona ed ama cucinare, leggere, viaggiare. In una vita precedente (ovvero prima del matrimonio) ero un ingegnere meccanico. Oggi mi occupo del mio Maritozzo e dei nostri tre gatti, insegno materie scientifiche, realizzo siti internet e continuo ad istruirmi!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *