Crea sito

CAPONATA DI CARCIOFI

CAPONATA DI CARCIOFI

Continua l’opera di “sgombero” del congelatore e, complice la lettura di alcuni romanzi ambientati in Sicilia, mi sono fatta tentare dagli spicchi di carciofi. Ho così provato la versione “invernale” della caponata, che non avevo mai assaggiato.

E l’ho adorata! Quindi oggi vi propongo la ricetta, presa come al solito da uno dei miei tanti libri dedicati alla cucina siciliana.

CAPONATA DI CARCIOFI : la ricetta per 4

  • DIFFICOLTÀ: molto bassa
  • Preparazione: 30 MINUTI
  • Cottura : 30 min
  • Riposo : ALMENO 12 ore
  • Costo: MEDIO

INGREDIENTI

  • CARCIOFI 400 g (io ho usato spicchi di carciofi congelati)
  • CIPOLLA 1
  • CAROTA 1
  • OLIVE SNOCCIOLATE 50 -60 g (VERDI O NERE)
  • CAPPERI 2 cucchiai (sotto aceto o sotto sale)
  • POMODORI 200 g (oppure 100 ml passata di pomodoro. Potete anche preparare la caponata in bianco, come ho fatto io)
  • PREZZEMOLO q.b. (facoltativo)
  • OLIO EXTRAVERGINE DI OLIVA q.b.
  • SALE e PEPE q.b.
  • ACETO DI VINO 100 ml (io ho usato metà aceto di mele e metà aceto balsamico)
  • ZUCCHERO 50 g

PREPARAZIONE

FASE 1 : PULIRE I CARCIOFI

  1. Per evitare che le mani e le dita si anneriscano, indossate dei guanti.
  2. preparate una ciotola con acqua e limone (oppure aceto) dove immergere i carciofi che avrete già pulito, per evitare che si ossidino (diventerebbero neri).
  3. Con un coltello, eliminate le spine (la parte iniziale del carciofo) e il gambo. Afferrate il carciofo con una mano e con l’altra iniziate a rimuovere una per una le foglie esterne più dure.
  4. verso l’interno le foglie del carciofo diventano sempre più chiare. Potete quindi fermarvi ed immergere il carciofo nella ciotola con l’acqua acidula.

Mettete da parte i gambi: potrete usarli per altre preparazioni.

FASE 2 : preparare la caponata di carciofi.

  • Tagliate i carciofi a fettine più o meno spesse, a seconda dei vostri gusti. Versate in una padella un filo d’olio e aggiungete 2 spicchi d’aglio. Non appena l’aglio inizia a dorarsi, aggiungete i carciofi, mescolate e unite anche mezzo bicchiere di acqua calda. Coprite con un coperchio e fate cuocere per cinque minuti.

  • Togliete quindi i carciofi dalla padella, condite con il prezzemolo tritato e teneteli da parte.
  • Nella stessa padella versate un altro filo di olio e aggiungete la cipolla tagliata a fettine e lasciatela rosolare a fiamma bassa. Unite quindi anche la carota a pezzetti, le olive e i capperi.
  • Unite il pomodoro a dadini (oppure la passata) e diluite con 250 ml di acqua calda. Coprite con un coperchio e fate cuocere finché il fondo di cottura non si sarà ristretto e sarà diventato denso.

  • A questo punto aggiungete l’aceto e lo zucchero e mescolate finché lo zucchero non si sarà sciolto.
  • Unite quindi i carciofi, mescolate e fate cuocere per altri cinque minuti. 
  • Trasferite quindi la caponata in una pirofila di ceramica e fate raffreddare.

  • A questo punto, coprite con pellicola trasparente e mettete in frigo a riposare almeno per 12 ore.
  • Ricordate: più la caponata riposa e più diventa buona.
  • Potete conservarla tranquillamente per una settimana.

Pubblicato da lacuocaignorante

Lacuocaignorante è una grande curiosona ed ama cucinare, leggere, viaggiare. In una vita precedente (ovvero prima del matrimonio) ero un ingegnere meccanico. Oggi mi occupo del mio Maritozzo e dei nostri tre gatti, insegno materie scientifiche, realizzo siti internet e continuo ad istruirmi!